Serie D2 Girone A: TT Bonacossa “A” – TT Antonio Banfi 5-0

Un grande gruppo, unito, che non si arrende alle difficoltà ma che in esse si esalta! Prendete questo sabato: l’imbattuto Nicola Bartolotta meritatamente in Calabria dai parenti, Davide Roveda precettato in cucina e, come se non bastasse, capitan Gagliardi con 39 di febbre. I nostri chiedono il rinvio ma il Banfi fa spallucce e mal gliene incoglie perché i nostri fanno quadrato attorno al loro stoico capitano. Marco senza forza e voce sbriciola in tre set la resistenza del valoroso e simpatico Massimo Bardella, al momento arrugginito ma con trascorsi in C2. Solo nel secondo parziale, complice la veemente reazione del vimercatese, i giochi sembrano riaprirsi ma il nostro e’ bravo a chiudere sull’11 a 9.

Alessio Guglielmi, a dispetto della giovane età, e’ ormai una sicurezza. In avvio di partita l’ostico Carlo Crippa lo mette alla frusta con fastidiosi tagli di rovescio che disinnescano il top di dritto. Perso per 11 a 5 il set, il ras dell’Ortica inizia a macinare gioco e, complice anche qualche spigolo a favore, s’impone in rimonta nel secondo parziale per 11 a 9. Da qui in poi non c’è storia: il top di Alessio torna funzionare e Crippa va in apnea arrendendosi con un eloquente 11 a 3 al quarto. Quasi di routine il successivo match di Alessio opposto a Bardella: tutto liscio per il nostro perito fatto salvo il secondo set in cui il pongista bianco-blu si ricorda di essere stato un buon giocatore e indovina alcune schiacciate. Non bastano però perché il nostro s’impone ai vantaggi per poi dilagare nel terzo e decisivo parziale.

All’appello manca Dario Mondini, sempre presente come voce della squadra ma da pongista l’avevamo lasciato in lacrime dopo la personale disfatta di Paderno. Nonostante sconfitte e infortuni il turborovescio peschierese non si è arreso e oggi si e’ rivisto a tratti il trascinatore di due stagioni fa. Nel primo incontro scardina la difesa puntinata di Marco Mattavelli con un mix tra aperture soft di rovescio e diritti in top spin (e qui si vede la mano in allenamento di Luca Manca). Ottimo in particolare il secondo set:  vince 11 a 3. Sul 4 a 0 per i nostri Dario scende nuovamente in campo contro il numero uno locale Crippa. Nei primi scambi soffre il taglio di rovescio della vecchia volpe brianzola, a sua volta in ambasce contro i servizi corti di Dario messi a punto con Sorin. E’ una lotta di nervi ma questa volta Dario non ha paura di vincere e s’impone per 11 a 9. Nel secondo parziale Crippa rimonta l’iniziale svantaggio e si porta al set point: Mondini incoraggiato dai compagni lo annulla con un coraggioso quanto violentissimo rovescio incrociato per poi chiudere 12 a 10. Persi due set al fotofinish, Crippa crolla nel terzo e incassa sul 3-7 un clamoroso dritto incrociato in top spin di Mondini dalle transenne! La partita finisce di fatto qui con i nostri – complice la sconfitta dell’Harbour a Nerviano – sempre piú vicini alla conquista della prima piazza!